HOME | LE FOTO | DICONO DI ME | LE TELECRONACHE | IL MIO CURRICULUM
ARGOMENTO DELLA SETTIMANA | NEWS | GUESTBOOK | CONTATTA IL CORRIERE
L'argomento della settimana
L`OPINIONE DEL DIRETTORE. ROMA, A QUESTA SOCIETA` NON INTERESSA VINCERE

DI SIMONE BRACONCINI- E così, dopo Totti, ecco anche l`addio di Daniele De Rossi. Non ci sono differenze di modalità rispetto alla comunicazione di addio del numero 10: anche al mediano è stato imposto di non rinnovare il contratto. La Società ha dunque attuato con De Rossi il medesimo comportamento tenuto con Totti. In linea generale, vi è certamente dispiacere nel dover sottolineare i tanti errori che la gestione americana ha commesso e continua a commettere, da quando si è insediata al timone dell`AS Roma. E, volendo, si può anche discutere sulla TEMPISTICA dell`annuncio relativo all`addio di De Rossi: perchè dare ora la notizia? In un momento nel quale la squadra era impegnata in un finale di campionato delicatissimo? Si dice: perchè così, in Roma-Parma, verrà data la possibilità al pubblico di omaggiare per l`ultima volta De Rossi. Una tesi che non regge: allora, si sarebbe potuta benissimo organizzare una gara di addio, da disputarsi allo Stadio Olimpico al termine del campionato, così come avvenuto, in passato, per altri grandi figure romaniste, come Bruno Conti e Giuseppe Giannini, tanto per citare i primi esempi che vengono alla mente. Fin qui, dunque, gli errori di gestione della Società.

**********

Ma, al di là della tempistica (sulla quale appunto sarebbe necessario discutere), non si possono tacere i tanti errori che questa Società continua a compiere. Ad ogni livello. Come pervasa da un`assurda sindrome masochista. Pallotta è presidente della Roma ormai da tanti anni. Incredibile che ancora continui a perseverare nei soliti errori e nella medesima strategia perdente.

************

Ormai sembra drammaticamente chiaro che a questa Società, vincere non importi poi molto. Perchè, per questa Società, le priorità, evidentemente, sono altre. Ma che almeno, Pallotta e Baldini, vengano a prendersi la contestazione dei tifosi a Roma. A Londra o a Boston, è troppo semplice nascondere la faccia.
Le persone che stimiamo:
Marcello Micci, Mimmo Ferretti, Marco Cherubini, Giorgia Ferrajolo, Francesca Benvenuti, Stefano Antonucci, Riccardo Luna, Daniele Lo Monaco, Gianni Cerqueti, Massimo Limiti, Paolo Marcacci, Fabio Galimberti, Antonello De Fortuna, Ugo Trani.

Corriere della Capitale, Testata Giornalistica iscritta al Tribunale di Roma num. 268/2012 del 25/09/2012

Copyright © 2012 Simone Braconcini, tutti i diritti sono riservati Design © Altravia srl